“INTO MEMORIES” – Flor de Maria Padilla  By

“INTO MEMORIES” – Flor de Maria Padilla

“I bambini sanno qualcosa che la maggior parte della gente ha dimenticato.” (Keith Haring)

Le tele di Flor de Maria Padilla hanno trame da ricamare, basi su cui dipingere ritratti di giovani fanciulle, pregni di colore e sentimento.
Hanno gli occhi dei bambini, quelli grandi in cui perdersi, quelli che domandano senza parlare, quelli sorpresi, quelli disorientati, quelli assenti perché distanti dagli sguardi degli adulti, occhi che inteneriscono e lasciano agli altri la facoltà di sognare.
Dietro di essi si celano misteri dimenticati, l’innocenza che ancora permane e l’inconsapevolezza del tempo.
Hanno il volto di Pinocchio, l’abito di Arlecchino, la maschera da gatto e un gomitolo di lana con cui giocare; trasmettono i ricordi di un periodo felice, sono cartoline dal passato che profumano di cose semplici.
Il tema dell’infanzia dona alla mente un motivo per immergersi nei ricordi più lontani, in un tempo in cui era ancora possibile preservare una gioia senza timore di doverla perdere; un tempo per sbarrare gli occhi e sorprendersi.