METONIMIA – Mirella Nania  By

METONIMIA – Mirella Nania

“La realta’ non puo’ tollerare molta immaginazione.”(John Lennon)

Attraverso l’utilizzo di tecniche diverse e la sovrapposizione di immagini Mirella Nania sostituisce , come si fa con le parole, un concetto con un altro trasferendo il suo significato, rendendolo intercambiabile.
Ciò che appare surreale è in realtà un alternarsi di artifici volti a creare un effetto di sorpresa; un oggetto posto in un luogo diverso da come siamo abituati a vederlo instaura con esso una relazione impensabile con il fine di trasmettere il messaggio finale.
La grafica e la pubblicità hanno il potere di innescare questo tipo di creatività e il creativo, grazie all’intuito e alle sollecitazioni esterne inventa una realtà che possa tollerare gli infiniti campi dell’immaginazione.
Mirella parte dalla carta come base comune a tutti i media utilizzati come il collage, il disegno e la stampa digitale.
Dietro l’immagine finita c’è un’attenta ricerca e cura nello scegliere i dettagli e focalizzare i concetti.
I suoi lavori dispensano la passione per il ricordo, sono come attimi che attraversano il tempo, frammenti geometrici nella natura, sogni tra le nuvole, sguardi rivolti alla luna.