In the zone – Tina Loiodice  By

In the zone – Tina Loiodice

“Il colore è un mezzo per esercitare sull’anima un’influenza diretta. Il colore è un tasto, l’occhio il martelletto che lo colpisce, l’anima lo strumento dalle mille corde.”
(Kandinsky)

Quando facciamo qualcosa che ci piace, qualcosa in cui mettiamo passione, amore ed entusiasmo, entriamo in contatto con un’energia indescrivibile che accende stomaco e cervello; c’è un momento in particolare in cui la ragione e le emozioni si mescolano in un luogo segreto e protetto che è la “zona”; è qui che percepiamo l’attimo perfetto, la massima concentrazione; è in questo istante che l’artista visualizza, crea e si fortifica, nutrendosi del suo stesso flusso emozionale.
Tina Loiodice dipinge percorrendo questo viaggio all’ interno di sé e degli altri; suona le note di cui parla Kandinsky grazie agli occhi e agli sguardi a cui ama dedicare gran parte delle sue opere.
Occhi di donne e di bambini colmi di vita; volti di personaggi famosi e di sconosciuti che si raccontano sulla tela e sui muri attraverso un lavoro incessante di ricerca.
Le sue opere sono pezzi di anima che si fanno guardare, e mentre le guardi non ti accorgi che anche tu sei lì dentro a farti rubare un po’ della tua vita.
Effetti collaterali dell’empatia che in Tina trova una grande facilitatrice e alleata. Grinta e intuizione sono due ingredienti che la rendono versatile e combattiva di fronte ad un cavalletto piuttosto che ad una parete.
Pittrice, street artist, muralista; non ama etichette.
Si definisce altruista, mite e felice; il suo altruismo è nella passione con cui realizza le sue opere, la mitezza è il faro che illumina i suoi volti, la felicità è un po’ovunque così come il ricordo e la forza comunicativa che la caratterizzano.

  • http://www.foyhotech.it/ pirata_1985

    Buon compleanno Tina